Un museo a cielo aperto

lE escursioni che si diramano dall'arrivo della seggiovia Costabella conducono in un territorio interessante dal punto di vista storico e naturalistico. Le creste di Costabella e dei Monzoni furono teatro, durante la prima guerra mondiale (1915-1918), di battaglie d'alta quota fra l'esercito italiano e le truppe austriache e le testimonianze della presenza dei due eserciti sono numerose e ben conservate. È inoltre un territorio prezioso dal punto di vista naturalistico. I Monzoni sono stati definiti il museo geologico e mineralogico più interessante d'Europa. Da non trascurare l'aspetto faunistico per la ricca presenza di marmotte, camosci e stambecchi.

Il percorso sicuramente più suggestivo è lungo la Via ferrata "Bepi Zac" (5/6 h)

Dall'arrivo della seggiovia Costabella seguire il sentiero 604 fino al Passo delle Selle (45'). Già qui vi sono testimonianze di un villaggio eretto dall'esercito austriaco. Dal Rifugio Passo delle Selle è possibile rientrare su stesso percorso o seguire le indicazioni per il "Sentiero attrezzato Bepi Zac" (637) che corre lungo l'allora fronte austriaco. Il sentiero passa attraverso una galleria e presso un ricovero austriaco ristrutturato e prosegue su tratto attrezzato con percorso ricco di tracce del conflitto: trincee, gallerie, resti di baracche e postazioni, frammenti di granate. Giunti alla Forcella Ciadin (3h con soste), è possibile rientrare alla seggiovia con il sentiero 637bis (1h), o scendere fino al Passo San Pellegrino (30' in più). Dalla Forcella Ciadin si può proseguire fino a Cima Uomo sul nuovo sentiero attrezzato P02, più impegnativo del precedente, per scendere al Rifugio Fuciade e raggiungere poi il Passo S. Pellegrino (3h in più).

Passo delle Selle – Alta Via Federspiel (Ferrata Monzoni).

Dall'arrivo della seggiovia Costabella seguire verso ovest il sentiero 616. Il sentiero percorre tracce di sentiero di guerra, ed è molto interessante il passaggio del confine geologico fra le rocce calcaree più chiare e le scure rocce vulcaniche. Spettacolare è la fioritura sulla cresta dei Monzoni nei mesi di giugno e luglio. Il percorso prosegue su tratto attrezzato fino alla Forcella Ricoletta (2,5 h. dal Passo delle Selle). Da qui si può scendere per il sent. 616b verso Loc. Fango a circa 4,5 km dal Passo S. Pellegrino (1,5 h) oppure proseguire fino a Cima Malinverno e Forcella della Costella (1,5 h. da Forc. Ricoletta) per scendere lungo il sent. 624 fino a Loc. Ronchi e proseguire poi per Moena. Da Forcella Costella è possibile anche scendere verso il Rif. Valacia e rientrare al Passo delle Selle passando per il Rif. Taramelli (3,5h). Questo percorso richiede un'accurata organizzazione dei trasporti.

www.passosanpellegrino.it

Previsioni per 16/10/2017 - Pomeriggio

Temperatura max: 22°
Probabilità prec.: molto bassa

Previsioni per 17/10/2017 - Mattino

Temperatura min:
Probabilità prec.: molto bassa

Previsioni per 17/10/2017 - Pomeriggio

Temperatura max: 21°
Probabilità prec.: molto bassa

Previsioni per 18/10/2017 - Mattino

Temperatura min:
Probabilità prec.: molto bassa

Previsioni per 18/10/2017 - Pomeriggio

Temperatura max: 18°
Probabilità prec.: molto bassa

Previsioni per 19/10/2017 - Giornata

Temperatura min:
Temperatura max: 16°
Probabilità prec.: bassa

Previsioni per 20/10/2017 - Giornata

Temperatura min:
Temperatura max: 16°
Probabilità prec.: media
giorno prec.giorno succ.

Livecam

News

OK

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Se decidi di continuare la navigazione
consideriamo che accetti il loro uso. Informativa